about

Il koinejazz 4et è costituito da:

Fabrizio Fogagnolo, contrabbasso,

Riccardo Tosi, batteria

Achille Succi, sax/clarinetto basso

Cristiano Pomante, vibrafono

“Koinè” significa linguaggio comune. Fu l’esperanto della Grecia antica, una lingua comune che si generò prendendo in prestito parole, strutture e ritmi dalle molteplici e variegate popolazioni e culture che abitavano il Mediterraneo: l’unione di popoli diversi in un’unica comunità linguistica e culturale.

 

Dentro il quartetto Koinè confluiscono i suoni del nostro tempo: dal jazz tradizionale alla “contemporary music”, dal drum’n’bass ai ritmi latini, dal be bop alla musica d’autore. Il jazz è il punto di partenza, il big bang che scatena l’esigenza di giocare con la musica, liberando creatività e capacità espressiva.

 

Il progetto Koinè nasce nel 2006 dall’incontro di Fogagnolo e Penazzi al seminario jazz di Ronciglione (VT). Dopo circa un anno e una serie di concerti è emersa l’esigenza di proporre un proprio elaborato musicale, ormai maturo.

Dal 2008 quindi un susseguirsi di richieste e collaborazioni hanno fatto sì che l'allora Koinè trio diventasse un

vero e proprio gruppo di lavoro. In maggio il trio vinse il premio Bordighera Jazz ‘08, in giugno fu invitato alla FNAC di Milano per la presentazione del “Dizionario del jazz” a cura di Luca Conti (Mondadori), sempre in giugno furono ospiti di Fabio Treves a Lifegate Radio e in settembre, ritirando il premio a Bordighera, aprirono il concerto degli Earth Wind & Fire nella loro unica data italiana.

Nel 2009 parteciparono al concorso jazz “Chicco Bettinardi” di Piacenza e si classificarono tra i 4 finalisti.

Nel 2010 esce il loro disco “Everything’s in the roots” (Music Center / I.R.D.) che contiene molti di quegli elementi che sono fonte di interesse per la ricerca del trio: aspetto ritmico, contrasto tra innovazione e tradizione, fusione di nuovi stili. Il progetto si vanta della preziosa collaborazione di Mattia Cigalini al sax alto nello standard Out of Nowhere e nel brano Astrea di Penazzi.

 

2016 il trio si trasforma in quartetto, introducendo il vibrafono e il clarinetto basso (magistralmente suonato da Achille Succi,che alterna l’uso del sax contralto) e prosegue il percorso con l’esecuzione dei nuovi brani originali del contrabbassista Fabrizio Fogagnolo.

La ricerca ritmica e le contaminazioni sono tutt’ora gli elementi approfonditi nella musica proposta dai Koinè con particolare riferimento al jazz contemporaneo in cui timbri e stilemi della musica elettronica e improvvisata sono fondamenti imprescindibili: il risultato è una proposta attuale, fatta di composizioni originali e standard creativamente rivisitati, tali da assumere connotati nuovi e imprevedibili.

 

CONTATTI: info@koinejazz.com / +39 349 2332106

PRESS: ufficiostampa@altremusiche.it / +39 340 8593925